Eletti i vincitori del premio Francovich 2020

in News

Paul Arthur, presidente del Premio Francovich, ha reso noti i nomi dei musei vincitori dell’edizione 2020, conferito al museo o parco archeologico che rappresenta la migliore sintesi fra rigore dei contenuti scientifici ed efficacia nella comunicazione: sono il Museo dell’Alto Medioevo di Ascoli Piceno, con il 42,48% delle preferenze, ed il Complesso Archeologico di Santa Eulalia a Cagliari, che ha riscosso il maggior numero di preferenze tra i soci SAMI (Società degli Archeologi Medievisti Italiani).

La prima realtà, il Museo dell’Alto Medioevo, riceve il prestigioso premio per il lavoro svolto nella musealizzazione e nella valorizzazione dei reperti provenienti dalle tombe longobarde ritrovate a Castel Trosino nel 1893. I manufatti, che prima d’ora erano conservati in deposito, sono ora esposti al Forte Malatesta, dove è possibile ammirarli e approfondirne la conoscenza grazie a strumenti digitali e multimediali.

La seconda realtà premiata, il Complesso Archeologico di Santa Eulalia, a Cagliari, è un vasto spazio rinvenuto sotto la chiesa intitolata alla medesima Santa. Le strutture rivenute appartengono ad un tempio romano di epoca repubblicana di cui rimangono visibili il basamento centrale ed il perimetro esterno, oltre a porzioni del colonnato e del pozzo votivo, nel quale sono state rinvenute offerte monetali.

La giuria ha poi assegnato il premio d’onore al regista italiano Edoardo Carlo Winspeare Guicciardi, per il suo impegno nella divulgazione delle tradizioni medievali, in particolare con i film Pizzicata e Filia Solis, e per il suo attivismo a favore della cultura e del paesaggio del Salento.

La premiazione pubblica si terrà nella prestigiosa cornice di TourismA 2020, nell’auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze, sabato 22 febbraio alle 12.20

Sarà presente la Commissione giudicatrice, presieduta da Paul Arthur, Presidente della SAMI (Società degli Archeologi Medievisti Italiani), e composta da Eva Degli Innocenti (Museo Archeologico Nazionale di Taranto), Francesca Morandini (Musei Civici di Arte e Storia di Brescia) Fabio Pagano (Parco Archeologico dei Campi Flegrei) Piero Pruneti (Direttore di Archeologia Viva), Giuliano Volpe (Professore di Archeologia, Presidente emerito del Consiglio Superiore del MIBACT), (Anna Maria Visser (Professore di Museologia e Studi museali, Università di Ferrara).

 

 

A. N. M. L. I.  anmli@tiscali.it